scegli una persona che ti guardi come se fosse una magia

progetti

Don’t call me Frida

Don’t call me Frida

Serie ispirata e dedicata a Frida Kahlo, grande pittrice messicana nata e vissuta nel secolo scorso, icona di molti movimenti femminili.

La sua arte e la sua vita hanno ispirato per molto tempo milioni di persone e tanti artisti e artiste.

Oggi Frida Kahlo è una Corporation, il suo nome e tutto ciò che la riguarda è tutelato da copyright. Si, Frida Kahlo ha smesso di essere una musa, una fonte di ispirazione ed è diventata una macchina per fare soldi. Frida è un marchio, come la Coca Cola.

Per questo motivo è ormai impossibile inserire la sua immagine o il suo nome in un qualsiasi prodotto, anche se frutto del proprio ingegno.

Pertanto tutti i lavori inseriti in questa collezione non potranno mai essere venduti e/o utilizzati per realizzare prodotti finiti, anche se ognuno di essi è frutto di una personale elaborazione e nessuno di essi riporta immagini originali.

I ritratti ad acrilico, i collage, gli acquerelli e i disegni ad inchiostro, anche se sono lavori originali da me “fisicamente” elaborati sia con mezzi tradizionali che digitali, non possono essere considerati “veramente miei” fintanto che porteranno il nome di Frida Kahlo o i tratti del suo viso.

Ora tutto appartiene alla Frida Kahlo Corporation, che può decidere in qualsiasi momento di fare eliminare un’immagine o un prodotto anche se non detiene i diritti sul lavoro dell’artista che ha realizzato l’opera e soprattutto non ha pagato per acquisirne i diritti.

E’ davvero un peccato che il presunto reato di “furto di immagine” ai danni dell’artista sia, in realtà diventato un furto autorizzato di tutte le opere degli altri artisti che a Frida si sono ispirati.

Roberta Aiello

La rivoluzione è l’armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge:

la vita.

Ogni “tic-tac” è un secondo della vita che passa, fugge e non si ripete.

E in essa c’è tanta intensità e interesse che il problema è solo saperla vivere

Frida vs Frida

Letters from Frida’s diaries

Dipingo autoritratti perché sono la persona che conosco meglio

Hanno pensato che fossi una surrealista, ma non lo ero.

Non ho mai dipinto sogni. Ho dipinto la mia realtà

Bellezza e bruttezza sono un miraggio perché gli altri finiscono per vedere la nostra interiorità. 

Scegli una persona che ti guardi come fosse una magia

------- Richiesta accesso dati -------

Visita la pagina e compila il modulo per inoltrare richiesta di cancellazione o revisione dei tuoi dati.

------ Gestione dati e Privacy -------

Visita la pagina per avere più informazioni su come questo sito gestisce i tuoi dati e difende la tua privacy.

---- Cookie Informativa Estesa ----

Visita la pagina per avere più informazioni sulla cookie law, sui cookie in genere e sull’uso che ne fa questo sito.

Roberta Aiello

ArtNDesign

Let’s Get Started

Progetti e lavori

Translate »
error: Content is protected !!